Ripristino file

Il motivo principale per il ripristino dei file è dovuto alle formattazioni indesiderate. Si verificano inoltre spesso anche errori durante l’accesso a settori del disco rigido, che impediscono al file system di visualizzare l'albero cartelle.
Negli ultimi anni si verifica sempre più spesso inoltre che dischi rigidi esterni non possano essere più riconosciuti e ripristinati, senza alcun motivo apparente. Il ripristino di strutture di cartelle del disco rigido può essere eseguito in modo relativamente semplice grazie all’aiuto del nostro software.
In seguito a un’analisi approfondita del disco rigido, che nel caso di un disco rigido interno può durare circa 30 minuti per 100 GB, è possibile nella maggior parte dei casi calcolare e visualizzare le strutture di cartelle, così come erano presenti in precedenza nel disco rigido. Viene quindi eseguito il ripristino, mentre i dati desiderati vengono copiati in un altro disco rigido, il che può richiedere un po’ più di tempo rispetto all’analisi precedente, qualora il disco rigido sia molto pieno.
Qualora sia necessario recuperare solamente una parte dei file, il processo di recupero si riduce notevolmente.
Per ripristinare i dischi rigidi, procedere come segue:

  1. Nella schermata iniziale di Data LifeSaver, selezionare Volume Recovery – Massimo recupero dati – Riconoscimento partizione – Dopo interruzione elettrica – Dopo formattazione tramite un semplice clic del mouse.


  2. Verranno visualizzati quindi i dischi rigidi riconosciuti in Windows che sarà possibile ripristinare. I dischi rigidi interni vengono visualizzati in colore argento, quelli esterni in arancione.
    Inoltre, è possibile eseguire il recupero da un’immagine del disco rigido. In tal caso è necessario che sia stata creata in precedenza un’immagine del disco rigido.
    È possibile che siano presenti altre lettere unità mappate visualizzate. Queste dovrebbero fungere da aiuto all’orientamento.
    Fare doppio clic sul disco rigido che si desidera recuperare. Nell’esempio sottostante, per il salvataggio dei dati è stato selezionato il primo disco rigido.



  3. Per ripristinare un disco rigido completo, selezionare l’analisi approfondita.




  4. Le aree selezionate della partizione, o meglio del supporto, vengono ora analizzate in profondità alla ricerca di file system. In base alle dimensioni del disco rigido e della porta (interna, esterna) questa ricerca può richiedere un solo minuto oppure alcune ore.

  5. Viene quindi avviata una ricerca dei file system nel disco rigido. In base alle dimensioni del disco rigido e della porta (interna, esterna) questa ricerca può richiedere alcune ore.

  6. Ad analisi conclusa vengono visualizzati i file system del disco rigido.
    Per avviare il recupero dei file system, selezionare le caselle di controllo delle cartelle da salvare con il rispettivo piccolo simbolo di disco rigido. Così facendo vengono selezionate anche le sottocartelle, che verranno a loro volta ripristinate.
    Selezionare infine ad es. Recupero per avviare il ripristino.
    È necessario disporre per il ripristino dello stesso spazio utilizzato in precedenza per il disco rigido.




  7. Poiché la qualità dei recupero dati può differire enormemente, consigliamo di visualizzare i file desiderati, almeno in ordine casuale, facendo doppio clic su di essi prima dell'acquisto della licenza. Anche nella versione demo deve essere possibile visualizzare i file eliminati.



Download
Data LifeSaver offre la possibilità di esaminare e controllare la completezza dei dati ripristinati prima di effettuare l'acquisto. Ulteriori informazioni.



controllare la completezza dei dati