Ripristino di supporti

Con l’espressione „supporto“ si intendono diverse cose poiché la sua accezione è molto ampia.
Le tecniche di ripristino si differenziano in tal senso anche in base al tipo della procedura di selezione. Si può effettuare una distinzione tra supporti rotanti (dischi rigidi, dischetti, ecc.), statici (tutte le schede si memoria, i cellulari, ecc.) e a nastro.
Di massima è possibile con Data LifeSaver è possibile ripristinare tutti i tipi di supporti che possono essere collegati al sistema operativo tramite Windows e che dispongono di un file system FAT o NTFS.

Anche gli smartphone e gli webphone dispongono di un file system FAT o NTFS, mentre CD e DVD ne utilizzano un altro. Per verificare se è possibile ripristinare il supporto, procedere come segue:

  1. Nella schermata iniziale di Data LifeSaver, selezionare Volume Recovery – Massimo recupero dati – Riconoscimento partizione – Dopo interruzione elettrica – Dopo formattazione tramite un semplice clic del mouse.


  2. Verranno quindi visualizzati i supporti collegati rilevati da Windows che sono pronti per il recupero dati. I dischi rigidi interni vengono visualizzati in colore argento, quelli esterni in arancione. Tutti gli altri supporti vengono solitamente collegati esternamente e quindi visualizzati in arancione. Qualora vi siano dei dati poco chiari, è possibile verificare le informazioni relative al supporto in questione, come il suo nome, le dimensioni, ecc.


    Fare doppio clic sul supporto che si desidera recuperare. Proseguire quindi come se si volesse eseguire un recupero dati standard da un disco rigido.

Download
Data LifeSaver offre la possibilità di esaminare e controllare la completezza dei dati ripristinati prima di effettuare l'acquisto. Ulteriori informazioni.



controllare la completezza dei dati